Se il basso fa per te, qui conoscerai i loro modelli e classificazione

L'idea generale di questo strumento musicale è che ha quattro corde, è elettrico e ha una certa somiglianza con le chitarre, uno non abbiamo idea di quanti tipi ci siano. Dire "basso" significa generalizzare uno strumento con l'idea di identificare tutti i tipi di basso che derivano dal contrabbasso, oltre le sue caratteristiche particolarità, costruzione e / o suono.

Criteri per la classificazione dei tipi di basso

In termini generali, come abbiamo detto prima, di solito non distinguiamo né conosciamo, i vari tipi di basso e forse è perché non siamo abituati a vedere una grande varietà di chitarre: acustica, spagnolo, elettrico o semi-acustico. Indipendentemente dalle caratteristiche di ciascuno dei modelli, proprio come la chitarra, il basso può essere costruito con o senza componenti elettrici. Essendo questa la caratteristica principale con cui si può affermare che si possono trovare tre tipi di bassi:

  • Acustico.
  • Elettrico.
  • Elettroacustica.

In ogni caso, possiamo dire che esiste una grande varietà di bassi, quindi sarebbe un po 'difficile fare una classificazione perché molti combinano le stesse caratteristiche, ma con sfumature diverse. Cosa potrebbe portarci a categorie e sottocategorie. In questo modo, e per dare una risposta a quanti tipi di bassi possono esistere, attualmente è stato deciso di classificare due volte:

  • Classificazione generale dei bassi
  • Classificazione dei bassi elettrici

Bassi Acustici: questo è il più vicino e più simile alla chitarra acustica. È uno strumento che non ha amplificazione o equalizzazione elettronica, ma anche, è più grande e il suo suono è molto più profondo e più basso. È uno strumento che si distingue per una tonalità che denota molta presenza e forza acustica, ed è tutto perché la tua bocca o rosetta, ma anche perché il suo corpo è più grande di altri strumenti a corda pizzicati.

Bassi elettrici: dal momento in cui sono stati creati, ha permesso ai bassisti di suonare in orizzontale, il che è più comodo, essendo anche il trasporto più facile. Ma allo stesso modo, ha aperto le porte a un mondo più ampio di possibilità di tecniche e suoni. Il suo principio è lo stesso della chitarra elettrica quando si tratta di produzione: i boschi sono usati, elementi elettronici, e costruzione, etc. Ma, sono adattati alle loro serie caratteristiche sonore.

Bassi elettroacustici o semi-acustici: sebbene il predominante sia l'elettrico, l'acustica non deve essere esclusa. È vero che sorgono problemi in termini di volume quando si suona in gruppo, se ci piace il suono acustico, allora puoi usare un basso elettro-acustico: Questo è un basso che ha tutte le caratteristiche del basso acustico, e inoltre ci dà la possibilità di essere collegati ad un amplificatore. Uno dei grandi vantaggi dei bassi elettroacustici, è che di solito sono accompagnati da un piccolo pannello equalizzatore su un lato nello stesso modo in cui viene utilizzato in alcune chitarre elettroacustiche, con l'idea che alcuni aspetti del suo suono possano essere modulati.